fbpx
This is Photoshop's version  of Lorem Ipsn gravida nibh vel velit auctor aliquet.Aenean sollicitudin, lorem quis bibendum auci elit consequat ipsutis sem nibh id elit.uci elit consequat ipsutis sem nibh id elituci elit consequat ipsutis ...

Contact us

Eighth Avenue 487, New York 
Phone: +387643932728
Phone: +387123456789

Blog

Home  /  Blog   /  Mantenimento dei figli: la borsa di studio non significa indipendenza economica

Mantenimento dei figli: la borsa di studio non significa indipendenza economica

Figli e mantenimento: la Corte di Cassazione ultimamente si trova spesso a dover intervenire su un argomento di grande attualità, ovvero sui presupposti dell’obbligo di mantenimento in capo ai genitori.

Nella fattispecie, con l’ordinanza n. 1448/2020, la Corte di Cassazione ha sancito che nonostante la figlia abbia conseguito una borsa di studio di 800 euro mensili, il padre ha sempre l’obbligo di contribuire al suo mantenimento.

A seguito dell’ottenimento di una borsa di studio da parte della figlia, il padre, soccombente nel giudizio di merito, aveva proposto ricorso in Cassazione, impugnando l’obbligo stabilito a suo carico di provvedere mensilmente al mantenimento delle figlie, dichiarando che la maggiore di esse aveva ormai raggiunto l’indipendenza economica percependo una borsa di studio erogata mensilmente correlata ad un dottorato di ricerca.

La Suprema Corte ha, però, rigettato il ricorso ribadendo ancora una volta il principio di diritto in base a cui “l’obbligo del genitore separato di concorrere al mantenimento del figlio non cessa automaticamente con il raggiungimento della maggiore età da parte di quest’ultimo, ma perdura finché il genitore interessato non dia prova che il figlio ha raggiunto l’indipendenza economicaIl raggiungimento di detta indipendenza non è dimostrato dal mero conseguimento di una borsa di studio correlata ad un dottorato di ricerca, sia per la sua temporaneità, sia per la modestia dell’introito in rapporto alle incrementate, presumibili necessità, anche scientifiche, del beneficiario”.

Il conseguimento di una borsa di studio quindi non può essere considerato indice di indipendenza economica.

Per questo motivo, il ricorso dell’uomo è stato respinto. Questa la decisione contenuta nell’ordinanza 23 gennaio 2020 n. 1448 della Corte di Cassazione.

Se desideri chiarimenti su questo argomento contattaci al numero 02.43982209 oppure invia una mail a studio@dinellalex.it

Sorry, the comment form is closed at this time.