fbpx
This is Photoshop's version  of Lorem Ipsn gravida nibh vel velit auctor aliquet.Aenean sollicitudin, lorem quis bibendum auci elit consequat ipsutis sem nibh id elit.uci elit consequat ipsutis sem nibh id elituci elit consequat ipsutis ...

Contact us

Eighth Avenue 487, New York 
Phone: +387643932728
Phone: +387123456789

DIRITTO DELL’IMMIGRAZIONE

Home  /  COMPETENZE LEGALI  /  DIRITTO DELL’IMMIGRAZIONE

Al 31 dicembre 2019 sono 5.306.548 i cittadini stranieri iscritti all’anagrafe italiana, pari all’8,8% del totale della popolazione residente, di cui il 20,3% sono minori.

 

Lo Studio fornisce assistenza stragiudiziale e giudiziale in materia di diritto dell’immigrazione, alla luce della costante evoluzione della normativa.

 

In particolare:

L’ingresso del cittadino straniero per ricongiungimento familiare in Italia è possibile previo rilascio del visto per ricongiungimento familiare. In presenza di determinati requisiti di reddito e alloggio, lo Stato italiano garantisce il diritto all’unità familiare e quindi accertata la presenza dei requisiti di reddito e caratteristiche abitative è possibile richiedere il congiungimento con le categorie di soggetti specificamente indicati nel Testo Unico dell’Immigrazione n. 286 del 1998.

La cittadinanza italiana si acquista iure sanguinis, cioè se si nasce o si è adottati da cittadini italiani.  Inoltre, può acquisire la cittadinanza italiana lo straniero che risiede in Italia da almeno dieci anni ed è in possesso di determinati requisiti di reddito; si può acquisire la cittadinanza italiana anche per matrimonio con un cittadino italiano.

Lo straniero extracomunitario che intenda soggiornare in Italia per un periodo di tempo variabile necessita del rilascio del permesso di soggiorno che, a seconda dei motivi e della durata, assume connotati differenti.

Chi fa ingresso in Italia privo di visto di ingresso e spesso privo di documenti di identità richiedendo protezione internazionale. L’istituto della protezione  internazionale racchiude a sua volta due sotto istituti: asilo politico che comporta il riconoscimento dello status di rifugiato e la protezione sussidiaria.

Nel caso in cui lo straniero giunga in Italia privo di documenti, può avere interesse e necessità a che venga accertato, in via amministrativa ovvero giudiziaria, lo status di apolide. Lo studio offre assistenza stragiudiziale e giudiziale, curando i contatti con il consolato e la raccolta dei documenti e degli elementi probatori richiesti.