fbpx

BLOG

Home  /  BLOG

(a cura dell'Avv. Cecilia Gaudenzi) Ecco un’altra sentenza di separazione che affronta il tema delle relazioni sentimentali ai tempi delle chat. Il Tribunale di Benevento, con un’ordinanza pubblicata il 18 ottobre 2022, ha ribadito che le foto fatte allo schermo dello smartphone (o dello smartwatch) con i messaggi dell’amante sono utilizzabili nel giudizio di separazione. Secondo i giudici, poiché l’atto di

“La mediazione familiare permette ai genitori di fare ai figli un grande dono: prendersi cura del legame genitoriale” (F. Anzini, mediatrice familiare). La separazione e/o il divorzio dei propri genitori sono la causa più frequente degli stati depressivi infantili, poiché l’esposizione dei figli alla crisi coniugale è stata valutata avere una durata media di almeno un anno.  Spettatori passivi delle discussioni che coinvolgono

Il Tribunale di Foggia con la sentenza n. 2010 pubblicata in data 17 novembre 2022 ha emesso una sentenza che sicuramente  aprirà molte discussioni: vista l’età dei ragazzi (17 anni e 14 anni) il Tribunale nulla ha disposto in ordine alla regolamentazione delle visite padre-figli, demandando al libero apprezzamento degli stessi la decisione in merito ai loro incontri.  Respingendo le richieste

L'accertamento dei presupposti per la nomina di Amministratore di Sostegno deve essere compiuto in maniera specifica, circostanziata e focalizzata, sia rispetto alle condizioni di menomazione del beneficiario, sia rispetto all’incidenza della stessa sulla sua capacità di provvedere ai propri interessi personali e patrimoniali. Occorre quindi verificare la possibilità, in concreto, che tali esigenze possano essere attuate anche con strumenti diversi

La Corte di Cassazione è tornata con una recente ordinanza (11 novembre 2022 n. 33381/22) a occuparsi dell'assegno divorzile  e dei presupposti che legittimano il soggetto richiedente a vederselo riconosciuto.  Il procedimento, in particolare, trae origine dal ricorso depositato dal marito che dinanzi al Tribunale di Cagliari chiedeva di pronunciarsi sullo scioglimento del matrimonio, e chiedeva altresì che - previo riconoscimento

(a cura dell'Avv. Cecilia Gaudenzi) La cessazione dell’obbligo di mantenimento dei figli maggiorenni non economicamente autosufficienti deve essere fondata su un accertamento di fatto che prenda in considerazione l'età, il conseguimento di un livello di competenza professionale e tecnica, l'impegno rivolto alla ricerca di un'occupazione, nonché la complessiva condotta personale tenuta da parte dell'avente diritto, dal raggiungimento della maggiore età in

(a cura della Dott.ssa Giulia Meneghelli) “La pace non può essere mantenuta con la forza, può essere solo raggiunta con la comprensione” (A. Einstein) Il 9 dicembre 2021 è stata pubblicata in Gazzetta Ufficiale la Legge 26 novembre 2021 n. 206, recante “Delega al Governo per l'efficienza del processo civile e per la revisione della disciplina degli strumenti di risoluzione alternativa delle

(A cura dell'Avv. Stefania Crespi) La Cassazione si è espressa in modo differente riguardo alle condotte persecutorie poste in essere da un soggetto legato alla vittima da una relazione affettiva con convivenza, dopo la cessazione della stessa. Occorre una premessa. Il delitto di maltrattamenti, più grave, è un reato contro l’assistenza familiare e il bene giuridico protetto è costituito sia dalla tutela

(A cura dell'Avv. Maria Grazia Di Nella) La Cassazione, con l’ordinanza datata 18 ottobre 2022 n. 30671, ha chiesto l’intervento delle Sezioni Unite in merito alla possibilità di tener conto anche del periodo di convivenza prematrimoniale, cui sia seguito il matrimonio, nella determinazione dell’assegno divorzile. La questione non è di poco conto poiché, ai sensi dell’art. 5 della Legge sul divorzio, l’assegno